Segnali creativi di vita

E’ da tempo che i segnali di vita sono arrivati a farmi compagnia e più vado avanti e più la mia sensibilità nel collegarli aumenta. Come si fa? Alla base c’è l’OSSERVAZIONE. Osservando attentamente te stessa e ciò che accade attorno a te, partendo dal presupposto che la realtà la crei tu. Anche ora mentre leggi, stai immaginando, stai formulando pensieri e quando arriverai alla fine di questo articolo avrai raccolto altre informazioni che puoi mettere in pratica.

Ho reso l’idea?

Consiglio sempre di tenere un Diario dei Segni e tenere traccia di ciò che arriva nella tua vita, dei cambiamenti, delle sensazioni, delle intuizioni, dei collegamenti. SCRIVERE è lasciare impresso su carta il tuo movimento interiore e anche a distanza di tempo puoi rileggere e comprendere il significato di quei segni che mesi prima erano incomprensibili. Nel tempo sviluppi nuove capacità intuitive, la tua mente collabora, l’intuito si allena e i due emisferi del cervello quindi collaborano.

In che modo?

Il destro, femminile e artista, ti aiuta ad aprirti all’intuito dialogando per immagini, forme e colori, mentre il sinistro, maschile e scienziato, è responsabile del pensiero logico e analitico, dei calcoli matematici e del linguaggio. Quando i due emisferi agiscono in sinergia si da vita a cose veramente creative.

Un esercizio per stimolare entrambi i cervelli, tratto dal libro “Visualizzazione creativa” di Gudrun Dalla Via è questo: disegna il simbolo dell’INFINITO su un foglio molto grande e ripassa con la matita o con i colori il simbolo più volte. Puoi anche disegnarlo nell’aria, prima con la mano destra (collegata all’emisfero sinistro) e poi con quella sinistra (collegata all’emisfero destro) e poi con entrambe le mani fino ad incontrarsi e ad incrociarsi. A me addirittura quando mescolo la minestra o i risotti mi viene naturale tracciare con il mestolo questo simbolo, prima da un verso e poi nell’altro.

Un altro consiglio è quello di utilizzare la mano sinistra almeno una volta al giorno per compiti manuali semplici (per i destrimani) e invece per i mancini è bene ogni tanto usare la mano destra. Questo porta ad un pensiero più” vasto” e vedute allargate.

Un altro modo per cogliere i messaggi di vita è quello di CHIEDERE. Puoi farlo in due modi: fai una domanda ben precisa, chiara, diretta. A chi? A me piace definire UNIVERSO ciò che ti aiuta a seguire il tuo cammino. Scegli tu a chi rivolgerti. Hai pronta la domanda? Bene. Pronunciala in modo chiaro ad alta voce o tra te e te. Dopodiché esci di casa e osserva se in relazione a ciò che hai chiesto arrivano dei segnali. Annota tutto e rimani in ascolto.

Un’altra cosa che puoi fare è chiedere prima di andare a dormire. Scrivi su un bigliettino una domanda in modo chiaro e mettilo sul comodino accanto a te. Rileggila e poi dormi sonni sereni. Vedrai che l’inconscio di notte elabora e viene a trovarti attraverso i simboli nei tuoi sogni. Mi raccomando, non avere aspettative, le risposte arrivano quando è il momento, quando puoi accoglierle e comprendere il significato profondo. Ad ogni cosa il suo tempo. Perché quindi formulare le domande prima di coricarsi? Perché il cervello di notte rimane acceso coinvolgendo i vari strati di coscienza e diversi tipi di onde cerebrali.

Pronta per seguire i segnali dalla vita?

E ti dirò di più, se vuoi rimanere allenata e in contatto con persone come te che seguono i segnali, ogni giovedì tengo una rubrica speciale dedicata proprio a questo argomento in cui si può condividere e trovare utili soluzioni. Mi trovi su Instagram (elianasantincrearsi) e su Facebook (Crearsi – Eliana Santin). A presto!

About The Author

Eliana

Operatrice olistica e pittrice, ideatrice del metodo CREARSI. Ti aiuto a espandere creatività, intuito e potere personale attraverso creatività e crescita personale.

FACEBOOK COMMENTI

Leave A Response

* Denotes Required Field